Due donne e due uomini vincitori del torneo di carte Su Nuraghe

Torneo Scala Quaranta

Vincitori del Gran Torneo di carte a Scala Quaranta.

Venerdì 1° Marzo 2013, il “Gran Torneo di carte a Scala Quaranta“, svoltosi nelle sale di Su Nuraghe, in via Galilei, 11, a Biella, ha chiuso definitivamente le porte del lungo periodo di Carnevale; ultimo appuntamento in calendario a cui erano invitati gli iscritti ad altre Associazioni biellesi aderenti ai Circoli Arci e Acli presenti nel territorio.
A metà serata è stato servito il ricco rinfresco, “su cumbidu“, l’atteso “break” a base di prodotti sardi e continentali, freddi e caldi, preparati e offerti dalla generosità di soci.
La gara, coordinata da Idelmino Rossi, con la collaborazione di Maria Bosincu, ha incoronato vincitori due donne e due uomini, in perfetta uguaglianza di genere: Zaira Pistori e Graziella Pinna, secondi e terzi; Gianni Rossi e Giuseppe Laurora, rispettivamente primo e quarto classificati. Gli imbattibili Rossi e Pistori hanno riconfermato, stessa classificazione, l’alloro conquistato nell’edizione 2012.
A ciascun vincitore il presidente Battista Saiu ha consegnato una bella medaglia con incisa dedica e semi delle carte riprodotti in campo rosso e blu, colori molto diffusi nell’araldica isolana, identificativi della Sardegna stessa.
Molto apprezzati i premi in natura, prodotti sardi provenienti da diverse località dell’Isola, vera e propria “Sardegna del gusto”, specialità gastronomiche con cui la grande Isola è universalmente conosciuta al di là del bel mare che la circonda: vino “Cannonau” di Alghero (Sassari), pane “carasau” di Irgoli (Nuoro), formaggio “fiore sardo di Gavoi” di Marrubiu (Oristano), salsiccia di Nuraminis (Cagliari), “mustazzolos“, di Terralba, caratteristici dell’Oristanese e torrone di Tonara (Nuoro).

Giovanni Usai


Partecipanti al Gran Torneo di carte a Scala Quaranta

Torneo Scala Quaranta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.