Bassa e alta Valle dell’Ossola in festa accoglie i cantori sardi

Cantori di Chiaramonti e amministratori del Circolo Sardo con il parroco e il sindaco di Crevoladossola

Cantori di Chiaramonti e amministratori del Circolo Sardo con il parroco e il sindaco di Crevoladossola.

Lo scorso fine settimana, il 15 e il 16 marzo 2014, la Valle d’Ossola ha accolto il Coro di Tzaramonte, Chiaramonti (Sassari), giunto appositamente dalla Sardegna per rendere più solenne la festa della Comunità sarda che risiede “ai confini del regno”.
Da anni è attivo alle falde del Sempione l’Associazione dei Sardi del Verbano Cusio Ossola che fa capo al Circolo “Costantino Nivola” di Domodossola. L’iniziativa patrocinata dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla F.A.S.I. (Federazione Associazioni Sarde Italia), dai Comuni di Premosello-Chiovenda e di Crevoladossola, è stata organizzata in collaborazione con il Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe di Biella.
Due momenti importanti sono stati le sante messe celebrate a Premosello-Chiovenda, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta e a Crevoladossola, nel tempio intitolato ai santi Pieto e Paolo. In entrambi i casi hanno celebrato il rito divino i rispettivi parroci, don Angelo Passaterra e don Enrico Vanzini. A Crevoladossola, l’importanza dell’evento è stato sottolineato dalla presenza del sindaco Giovanni Rondinelli che, per l’occasione, ha indossato la fascia tricolore a significare nell’uso delle insegne amore e rispetto per i figli di Sardegna che risiedono in questo estremo lembo d’Italia.
Dopo la funzione religiosa, un applauditissimo fuori programma con brani della tradizione melodica sarda ha intrattenuto i presenti prima del tradizionale pranzo sociale.

Efisangelo Calaresu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.