Morta ad Oropa suor Maria Antonietta Allorio

suor Maria Antonietta e le Donne del filet di Su Nuraghe

Ieri pomeriggio, ad Oropa, si sono svolti i funerali di Sorella Maria Antonietta, al secolo Antonietta Allorio di Villata (Vercelli), di 84 anni. Vocazione precoce, a soli 16 anni ha chiesto di essere accolta tra le Figlie di Maria per consacrare la sua esistenza alla Vergine bruna. Dopo una vita dedicata alla Fede, alla preghiera ed al servizio alla Madonna di Oropa, ieri pomeriggio è stata accompagnata da quanti l’hanno conosciuta durante la sua lunga vita. “Quasi settant’anni dedicati ad accogliere pellegrini” – ha ricordato il vescovo mons. Gabriele Mana durante l’omelia – a lavare, stirare e tener d’acconto le oltre 12.000 lenzuola che compongono il corredo di Oropa, rammendando, riassettando e preparando i paramenti per le celebrazioni liturgiche.
Disponibile con tutti, più volte, suor Maria Antonietta aveva incontrato tra le mura del chiostro le “Donne del filet”, trascorrendo con loro momenti sereni tra trine, merletti e antichi telai impiegati per realizzare tessuti a meandro simili a quelli adoperati ancor oggi a Su Nuraghe per tramandare arte e cultura, saperi materiali e immateriali trasmessi attraverso il gesto e la parola.
Dopo la santa Messa di sepoltura, nel giorno della Natività di Maria, il suo corpo è stato accompagnato al cimitero monumentale di Oropa per riposare accanto alle consorelle sulle note del “Salve Regina”, ultimo saluto intonato da quanti le hanno voluto bene.

Battista Saiu

Nell’immagine: suor Maria Antonietta riceve dalle Donne del filet di Su Nuraghe la tovaglia ricamata per l’altare del sacello esusebiano di Oropa.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *