Buone pratiche a convegno con “Anzitutto”. Contributo dei Sardi

Dal Caffè del benessere, al metodo Montessori

Oggi pomeriggio, con inizio alle ore 14:00, nella sala convegni di Palazzo Gromo Losa, nel borgo medievale di Biella, in Corso del Piazzo, 22/24, si svolgerà il convegno: “Dal Caffè del benessere, al metodo Montessori. Le buone pratiche per migliorare la qualità della vita degli anziani”.
L’incontro, organizzato dall’Associazione “Anzitutto”, presieduta dal medico geriatra, dott. Bernardino Debernardi, chiama a raccolta “tutti coloro che si occupano di Anziani: gli anziani e i loro famigliari, gli assistenti famigliari, i volontari che svolgono la loro attività a favore di anziani o persone con problematiche assimilabili a quelle degli anziani”. L’incontro, aperto a tutti, è nato dalla volontà di “Anzitutto” di rendere conto dei risultati dei “Caffè del Benessere”, portando a conoscenza di un pubblico più vasto – operatori, anziani e loro famigliari – alcune “buone pratiche” in favore della popolazione anziana, svolte con nullo o basso costo economico nei vari luoghi di intervento (domicilio, luoghi di incontro, casa di riposo). Interventi di qualità, sempre possibili sia con anziani autosufficienti che con portatori di gravi disabilità”.
Tra relazioni e tavola rotonde, l’intervento di Battista Saiu, presidente del Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe di Biella, porterà testimonianza dell’Ambulatorio Infermieristico Sardo intitolato alla memoria della “Dott.ssa Emilia Cavallini”. Inaugurato nel 2010, offre a tutti i cittadini un servizio pubblico e gratuito: generoso dono della comunità dei Sardi di Biella, aperto nei giorni di lunedì e giovedì, ore 09:00 – 11:00.

Salvatorica Oppes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.