Su Nuraghe premia i figli migliori con 8 borse di studio

Biella, bambini premiati a Su Nuraghe ritratti con parenti e commissione di valutazione

Sabato 6 Gennaio 2018, giorno dell’Epifania, con l’inizio del nuovo anno – 40° di fondazione di Su Nuraghe – sono riprese a Biella le attività del Circolo Culturale Sardo con al centro i bambini. Sono stati premiati otto tra scolari e studenti con altrettante borse di studio, selezionati dall’apposita commissione di valutazione formata dalla prof. Anna Taberlet Puddu, dalla maestra Elena Garella e presieduta dal prof. Roberto Perinu.
Da sempre, all’interno della Comunità dei Sardi che vivono all’ombra del Mucrone, grande attenzione viene riservata alle giovani generazioni. Per ogni nuovo nato, una piantina di ginepro proveniente dai vivai dell’Ente Foreste della Sardegna viene messa a dimora nell’area monumentale di Nuraghe Chervu, con accanto per ciascuno, una pietra focaia di quarzite aurifera del Monte Rosa, simbolo solare bene augurale, con inciso nome e anno di nascita dei neonati. Crescendo negli anni, sono loro che, assieme ai loro coetanei delle scuole biellesi, animeranno la Festa degli alberi.
L’assegnazione delle tradizionali otto borse di studio – giunta alla quarantesima edizione – è tappa importante ed attesa, ulteriore momento educativo e di socialità in cui tutti i bambini presenti si incontrano, si conoscono e riconoscono nella loro identità sarda e biellese, ricevendo premi e gratificazioni, invogliati a conseguire superiori risultati scolastici al pari dei loro compagni migliori. Anche per questo, ogni anno, a tutti i bambini presenti vengono donati libri offerti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e giochi messi a disposizione dalla generosità dei soci in un virtuoso scambio intergenerazionale con modelli tramandati attraverso gesti concreti.
Prima di servire “su cumbidu”, il tradizionale rinfresco, il presidente Battista Saiu ha annunciato alcuni prossimi incontri, tra cui il 10° Torneo di calciobalilla (sabato 20 gennaio, or 21:00 al Circolo), Memorial intitolato a “zia Virginia Mereu”, con girone giovani e girone adulti; la Gran favata (sabato 3 febbraio, ore 19:30, prenotazione allo 01534638), per riassaggiare i sapori della tradizione isolana e il Carnevale dei bambini, in calendario domenica 11 febbraio, alle ore 15:30, nei saloni biblioteca del Circolo, con giochi di animazione, distribuzione di “cattas e zippulas”, frittelle sarde e premio delle migliori maschere indossate dai piccoli protagonisti.

Efisangelo Calaresu

Allegato: Biella, bambini premiati a Su Nuraghe ritratti con parenti e commissione di valutazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.