Un ragazzo e il suo gregge tra i monti del Biellese

Andrea

Andrea ritratto con il fotografo Taglier, a fianco dell'avv. Squillario, il prof. Grimaldi e il padre.

Sabato 4 dicembre 2010, ore 21, Auditorium di Città Studi, Corso G. Pella, 10, Biella, proiezione speciale di “Sentire l’aria”, film di Manuele Cecconello. La serata, ad ingresso libero, è offerta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.
Sentire l’aria non è un film da vedere e udire passivamente, lasciandosi guidare dalle strutture del racconto, quanto piuttosto cinema da guardare e da ascoltare, cinema da sentire. La macchina da presa accompagna Andrea nelle sue giornate, trova posto al suo fianco, discretamente, e lo spettatore è chiamato a trovare un’analoga posizione di partecipe e decorosa vicinanza. I lunghi piani sequenza ci fanno sentire il tempo e il respiro del mondo rurale mentre gli stacchi di montaggio creano fratture e rimandi prodighi di significato dell’universo apparentemente uniforme e a sé stante della ruralità.
È infatti innanzitutto nella realtà stessa, nella sua materia, nelle sue immagini e nei suoi suoni, che il racconto di formazione qui si sviluppa.
Andrea ha imparato da sé a sentire l’aria, noi possiamo seguirlo imparando a sentire il cinema.

Enrico Terrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.