Funghi di Piemonte e di Sardegna in “Su Calendariu 2018”

Su Calendariu 2018

Sabato 16 dicembre, ore 21:00, inizio nuovo anno sociale di Su Nuraghe – serata di Auguri animata da Jolanda – saggi di danze, balli sardi e continentali – inaugurazione mostra fotografica “Migrazione di animali e vegetali: funghi di Piemonte e di Sardegna” – “cumbidu”, rinfresco – apertura fino al 28 febbraio 2018 – visite: mercoledì, ore 15/17 – martedì, venerdì e sabato, ore 21/23 – ingresso libero.

Nell’occasione, verrà presentato Su Calendariu 2018, dedicato ai funghi, frutto della collaborazione tra il Gruppo Micologico Biellese di Sagliano Micca e il Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe, concretizzando la proposta di Lucio Bordignon, socio attivo in entrambi gli enti. Determinante è stato l’aiuto dei micologi Renato Tizzoni e Robin Cara e dello stesso Lucio Bordignon. Sono loro che con Andrea Virla “nos ant dadu linu e lana” (ci hanno dato lino e lana): affascinati dall’Isola di Sardegna, hanno messo a disposizione fotografie e competenze relative alle due terre.
Abbiamo scelto di rappresentare Su Calendariu 2018 con immagini tra le più blasonate di porcini o boleti, appartenenti alla famiglia delle Boletacee. Alcuni esemplari sono rinvenibili solamente in Sardegna, altri solamente in Piemonte. Altri ancora sono comuni in entrambi i territori, in ragione del clima e della diversità vegetazionale. Continua a leggere →

La classe quinta di Cossato Aglietti “migra” a Pettinengo

museo migrazioni, alunni della classe V di Cossato

Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di popoli – Pettinengo (Biella), via Fiume, 12 – Visita per le scuole e apertura a richiesta: Idillio, 3343452685 – Ingresso libero

Visita guidata speciale per i ragazzi della classe quinta della Scuola primaria Aglietti di Cossato.
Venerdì 1 dicembre gli alunni, accompagnati dalle insegnanti Teresa e Valeria, si sono recati a Pettinengo per visitare il Museo delle Migrazioni allestito dal Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe di Biella.
Ad accoglierli è stato Battista Saiu, presidente dell’Associazione, accompagnato dal custode del Museo, Idillio Zapellone.
Subito i ragazzi e le loro insegnanti sono stati accolti all’interno della chiesa, oggetto di restauro da parte dell’Associazione, dove il signor Saiu ha illustrato loro i contenuti del piccolo, ma ricchissimo, Museo catturando la loro attenzione. Continua a leggere →

Dicembre, una parola sarda al mese: N come NIEḌḌU

Radici e semantica delle parole sarde, rivisitate mediante i dizionari delle lingue mediterranee (lingue semitiche, lingue classiche). Laboratorio linguistico, di storia e di cultura sarda a Biella

incipit N, in Giampaolo Mele, Die ac NocteSarebbe più oleografico che, attenendomi a questa lettera alfabetica, io parlassi del mese di Dicembre (che in Sardegna chiamiamo Nadále), come di un mese dedicato al “vogliamoci bene”. Ma sono allergico alle prediche eminentemente verbali, al reciproco magistero del “rispetto” che spesso cade al suolo e s’infrange repentino, così com’è repentina la stessa parola “rispetto”, il cui suono si spegne dopo il fiato dell’emissione. Servirebbe qualcosa di più duraturo.
Considerate le premesse, oggi intendo parlare di un’altra parola cominciante con N-.
Comincio allora col lat. niger, nigrum, voce mediterranea arcaica. Oggi il parlante occidentale, infatuato dalle mode americane, non vuole più usarla, allertato da un passa-parola beghino secondo cui qualsiasi uomo “di colore” si deve adontare di tale aggettivale (velenoso epiteto per le orecchie di un negro). Ovviamente i negri appena sbarcati in Italia con provenienza centro-africana non accetterebbero mai un tale aggettivale, perché arrivano già imboniti dalla propaganda americana, rivolta al feticcio della parola in sé anziché a un rispetto democratico tutto ancora da condividere (anche in Italia!). Eppure in Italia l’aggettivale negro fu usato senza ipocrisia da sempre, persino in varie canzoni recenti (es. “Pittore ti voglio parlare”, “Mamma negra”, “Hully-Gully”). Ma oggi l’ipocrisia ci sta affogando tutti quanti, e finora – guarda caso – si è ignorata la base etimologica di negro, che è il sum. ni gur ‘che incute timore’. Continua a leggere →

“Cumbidu” a Su Nuraghe con i prodotti della tavola biellese

partecipanti alla serata

Sabato 2 dicembre presso la sede del Circolo Culturale Su Nuraghe di Biella si è tenuto il primo appuntamento “Obiettivo Sardegna” con la proiezione di scatti fotografici realizzati da Giuseppe Naccari e Gloria Reticelli, soci “continentali”. Tema della serata è stata la tradizione sarda.
Come detto a conclusione, la Sardegna è un’isola antica, abitata da persone che offrono la loro affettuosa ospitalità, ricca di tradizioni che si perdono nella notte dei tempi e di luoghi pieni di storia e di natura selvaggia: qui è facile riposarsi dopo le fatiche di un anno!
Tanto rimane da vedere, visitare, imparare, poiché il popolo sardo ha saputo conservare nel tempo un grande tesoro: tradizioni vecchie di millenni! Continua a leggere →

Su Nuraghe Calcio Biella vince 9-3 contro SAI assicurazioni

Atleti di Su Nuraghe Calcio Biella con mogli e fidanzate

Una cena nelle accoglienti sale del Circolo sardo per salutare la nuova vittoria di Su Nuraghe Calcio Biella (9-3) contro SAI Assicurazioni. L’incontro, disputato lo scorso 28 novembre, è indicatore del livello sportivo degli atleti con lo stemma della Sardegna sul petto, scesi in campo contro i pur bravi giocatori avversari, grazie al sostegno di “Tarasco autoriparazioni” e “Nistycar carrozzeria”.
La partita, seguita dagli spalti da sostenitori di entrambe le formazioni, è stata diretta con professionalità dall’arbitro Filippo Ranghino impegnato a registrare lo straordinario numero di palloni messi a segno, molti dei quali opera di Matteo Jacone, cannoniere indiscusso del girone “B” del campionato amatoriale biellese di calcio a 7 che si svolge sotto le insegne della F.I.G.C., Federazione Italiana Gioco Calcio – L.N.D., Lega Nazionale Dilettanti, organizzatori anche dei campionati locali di calcio a 5 e a 11. Continua a leggere →