Vicesindaco sardo di Donori, originario biellese, scolpisce la pietra per Nuraghe Chervu

Luigi Coda con la pietra per Nuraghe Chervu

Anche Donori, paese di 2071 abitanti nella provincia del Sud Sardegna a forte vocazione agricola e vitivinicola in particolare, aderisce al progetto proposto dal Circolo Culturale Su Nuraghe, condiviso dal Comune e dalla Prefettura di Biella, per ricordare i 100 anni dalla fine della Grande Guerra e per onorare chi sacrificò la vita durante quel conflitto.
La pietra che viene inviata per essere collocata nell’area monumentale di Nuraghe Chervu è un frammento di pavimentazione di una vecchia casa demolita negli anni Settanta del Novecento: è in arenaria e proviene delle cave in località San Nicola, altra pietra che in passato, con il granito, costituiva una risorsa importante per Donori. Continua a leggere →

Giorno della Memoria a Su Nuraghe: ricordare per non dimenticare

descrizioneSabato 26 gennaio, a Biella, alle ore 21, in via Galileo Galilei, 11, nelle sale del Circolo Culturale Sardo verrà proiettato il documentario “Il Giudice dei Giusti. La storia di Moshe Bejski” di Emanuela Audisio e Gabriele Nissim (55’34”) presente nel 2° DVD dell’opera “Shoah. Lo sterminio degli ebrei il processo di Norimberga, la memoria”, 2012, De Agostini / La Stampa.
Inserita nel XXV ciclo di Su Nuraghe Film, la serata sarà presentata da Greta Cogotti, consigliere di maggioranza del Comune di Biella. Sarda di terza generazione da parte di madre nata a Roma, originaria di Sedini, Sassari, e padre di Teulada, Greta è impegnata nel sociale, animando il gruppo giovani che fa capo a Su Nuraghe.
La giovane salirà in cattedra per aiutarci a ricordare quello che non deve essere dimenticato.
Patrocinato dalla Comunità ebraica di Vercelli, Novara, Biella, Verbano Cusio Ossola, il Giorno della Memoria commemorato a Biella dalla comunità sarda è ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno, istituita in Italia con Legge n. 211, del 20 Luglio 2000 “in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti“. Continua a leggere →

Massimo Zaccheddu di Su Nuraghe rende omaggio a De André

A 20 anni dalla morte, la Comunità sarda di Biella ricorda il cantautore che nelle sue canzoni parla in Italiano, in Genovese e nella lingua dei Sardi di Gallura. Per la ricorrenza, Massimo Zaccheddu ha voluto dare voce a De André attraverso il brano “Quello che non ho”, presente nell’album del 1981: vero e proprio manifesto contro il consumismo. L’Indiano d’America è il protagonista della canzone in cui spiega la diversità tra l’uomo bianco che ha sterminato il popolo amerindiano e quello indiano che, fieramente, non ha mai accettato il compromesso di dimenticare la propria cultura. Continua a leggere →

Barolo, Città del Vino, invia la pietra a Biella, Città della Lana

Sindaco di Barolo con Amministratori e Consiglieri

Da Barolo, importante centro delle “Terre di Langa e del Barolo”, territorio famoso per vini e nocciole “tonde gentili di Piemonte”, arriva la stele con inciso il nome del Comune e il numero dei Caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Di pietra di Langa è il manufatto fatto pervenire dalla Città del Vino agli Uffici dell’Assessorato parchi e Giardini, della Città della Lana, presieduto dall’Assessore Valeria Varnero. Un pezzo di roccia sedimentaria da inserire nella pavimentazione dell’area monumentale di Nuraghe Chervu. Un’arenaria esclusiva, al naturale, composta da granelli di sabbia finissima risalente a 15 milioni di anni fa, al Miocene, quando questa parte dell’attuale Piemonte era mare dell’antico Golfo Padano. Continua a leggere →