Presentata a Biella la Sardegna del regista Gianfranco Cabiddu

Partecipanti alla proiezione

Partecipanti alla proiezione.

Sabato 19 ottobre 2013, a Su Nuraghe di Biella, Tina Rassu, Sarda di seconda generazione, ha presentato “Passaggi di Tempo“, regia di Gianfranco Cabiddu, primo appuntamento della rassegna autunnale “Su Nuraghe Film“. La prima lezione di cinema “per conoscere la Sardegna attraverso il film d’autore” ha visto la partecipazione interessata di un pubblico attento, incuriosito e, a volte, affascinato dalla bellezza delle immagini d’epoca provenienti dall’archivio “Luce“, animate dalla colonna sonora dal vivo, un po’ come avveniva agli albori del cinema muto, quando i musicisti dalla buca dell’orchestra, collocata tra proscenio e platea, commentavano con i loro strumenti le immagini che scorrevano sullo schermo.
In scena un set di eccezione: i migliori artisti isolani, sotto l’abile regia di Gianfranco Cabiddu.
Ringrazio tutti i presenti – esordisce Tina Rassu in apertura di serata – per essere qui e ringrazio il Circolo per avermi dato la possibilità di condividere questa bella “opera corale” che celebra la Sardegna con suoni e immagini della memoria sarda. Vedremo questo film di montaggio composto da immagini di repertorio sulla Sardegna dagli anni ’20 ai ’50 con colonna sonora originale eseguita dal vivo. Questo documento – sostiene Tina – propone uno spaccato della vita quotidiana e festiva della Sardegna della prima metà del XX secolo, gli antichi mestieri, le feste e le cerimonie. La colonna sonora, composta appositamente per “Sonos ‘e memoria”, si propone come rielaborazione delle forme musicali più caratteristiche della tradizione sarda. Aggiungo, inoltre, che le cerimonie e i momenti festivi che noi rinnoviamo a Su Nuraghe e a “Nuraghe Chervu” vogliono riprodurre e rappresentare la nostra tradizione, una realtà nella quotidianità e nella festa che è ben presente in questi vecchi filmati a cui ci ispiriamo“.

Efisangelo Calaresu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.