Nonni di Su Nuraghe al primo battesimo interconfessionale

Sardi al Battistero di Biella

Sardi al Battistero di Biella.

Sabato 9 giugno 2012, alle ore 10, nel Battistero di Biella, il Pastore Jonathan Terino amministrerà il Battesimo con Rito Valdese alla piccola Luce Nives Mosca davanti alla Comunità di Biella. La Comunità dei Sardi sarà presente con due soci del Circolo Su Nuraghe: i nonni della piccola Luce Nives, Ludovica e Biagio.
Il Battistero, perla dell’architettura romanica di Biella, apre i battenti per una nuova vita.
Costruito nei primi anni del secolo XI, quando la cristianità, formata nella fede seguendo gli insegnamenti di Sant’Eusebio e dei suoi successori, era ancora indivisa, si avvia ad essere, dopo mille anni, il Fonte Battesimale di tutta la cristianità.
Il 1° agosto 2011, festa di Sant’Eusebio, il card. Tarcisio Bertone, nell’indirizzo di saluto al Santo padre, in ricordo dei 20 anni del suo episcopato, ha ricordato come la Chiesa subalpina sia stata fondata dal grande apostolo e martire della fede Sant’Eusebio di Vercelli, Sant’Eusebio da Cagliari «che tanto ha infuso nel mio animo la passione evangelizzatrice e che ha ispirato il mio motto episcopale “Fidem custodire, concordiam servare” (Custodire la fede e conservare la concordia)».
Facendo proprie le sollecitazioni della Comunità Ecumenica di Bose, la Curia di Biella ha offerto a tutte le Chiese Cristiane presenti nella Diocesi, il Fonte Battesimale comune e cioè a tutti quelli che si riconoscono nel Battesimo fatto “nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”. La Chiesa piemontese continua a dare i suoi frutti.
Un augurio affettuoso dai Sardi di Biella ai nonni, ai nonni paterni Susanna e Alfredo, alla piccola Luce Nives, al fratellino Francesco Noah, alla mamma Giovanna e al papà Andrea.

Boicheddu Maxia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.