Ad Oropa distribuzione di grano sardo per la Pasqua biellese

Porta Santa di Oropa

Domenica 13 marzo, ad Oropa, alla fine della santa Messa delle ore 10.30, celebrata da canonico del Capitolo di Santo Stefano, don Edoardo Moro, ci sarà la benedizione e distribuzione di sacchetti di grano da mettere a germinare. Su ogni confezione, distribuita nella Diocesi di Biella con l’approvazione del vescovo mons. Gabriele Mana, è allegato un foglietto di istruzioni con testi e preghiere a cura di don Ferdinando Gallu. Poi, i piatti con il grano germinato verranno portati nelle parrocchie di appartenenza il prossimo Giovedì Santo per decorare la cappella del Santissimo Sacramento dopo la “Missa in Coena Domnini” che inaugura il triduo pasquale.
Da anni, la Comunità dei Sardi di Biella che fa capo a Su Nuraghe si reca presso il Santuario Eusebiano Alpino di Santa Maria in continuità di Fede e cultura con l’antesignano Sant’Eusebio da Cagliari, primo vescovo di Vercelli, inviato da Papa Giulio I nel IV secolo, 1671 anni fa, ad evangelizzare queste terre nel nome di Maria “Deipara”, Madre di Dio.
Ancora ben radicata e forte è la tradizione popolare biellese che fa risalire al sardo Eusebio l’introduzione del culto mariano di Oropa. Le pietre dell’antico santuario e, ancor più il cuore delle Genti alpine portano incisa la memoria di quegli antichi eventi. A fianco dei Biellesi, i Sardi del presente rinnovano la comune devozione a Maria indossando gli abiti tradizionali della festa e decorando la Santa Liturgia con canti in Limba mama, lingua materna. Attraverso fogli di navata bilingui sardo/italiano sarà possibile partecipare meglio alla Messa.
Attraversando la Porta Santa di Oropa, è concessa l’indulgenza plenaria giubilare, alle solite condizioni previste dalla Chiesa.

Simmaco Cabiddu

Nell’immagine: Porta Santa di Oropa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.