Osilo dona a Biella la pietra per ricordare i Caduti e la “Sassari”

Giovanni Ligios con la pietra inviata a Biella

Una lastra per ricordare i Caduti osilesi della Prima Guerra Mondiale e per essere partecipi di un progetto per la pavimentazione con pietre provenienti da tutti i Comuni che hanno avuto perdite nella Grande Guerra. L’ha realizzata e donata il Comune di Osilo al Circolo Culturale “Su Nuraghe” di Biella e al Comune piemontese, promotori dell’iniziativa.
La lastra contenente il nome di Osilo e il numero dei suoi caduti nella guerra del 1915/18 (121), verrà posata insieme alle altre centinaia di pietre provenienti dai paesi della Sardegna e del resto d’Italia, nell’area monumentale di “Nuraghe Chervu”, alle porte di Biella, dedicata alla Brigata “Sassari” e ai Caduti biellesi della Prima Guerra Mondiale. L’iniziativa è stata promossa dal circolo culturale “Su Nuraghe”, sostenuta dal Comune di Biella, rientra nel “Programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Osilo ha deciso di partecipare oltre che per «la grande importanza storica e culturale dell’iniziativa», per via del fatto che «dopo un secolo si va perdendo la memoria di coloro che caddero nella Grande Guerra» e in quanto «il monumento rappresenta il dolore delle guerre e dei sacrifici che hanno contribuito alla creazione dell’Italia moderna».
All’iniziativa hanno aderito già alcune centinaia di Comuni, «ma il nostro sogno – ha detto Battista Saiu, presidente del Circolo Su Nuraghe di Biella – è di arrivare ad almeno duemila pietre, estendendo il coinvolgimento dal Biellese e dalla Sardegna a tutta l’Italia».
Intanto, per il 17 marzo è prevista l’inaugurazione della prima parte della posa, con una cerimonia a cui interverranno la Banda della Brigata “Sassari” e i sindaci dei Comuni che hanno partecipato alla donazione delle lastre.

Mario Bonu

Fonte: lanuovasardegna.it

Nell’immagine: Giovanni Ligios con la pietra inviata a Biella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.