Il comune di Centallo invia a Biella la pietra per Nuraghe Chervu

pietra per Nuraghe Chervu del comune di Centallo

Importante centro agricolo della Provincia “Granda”, Centallo (Cuneo), ha fatto pervenire a Biella una pietra di riuso con incisi nome e numero dei Caduti della Grande Guerra, per essere collocata a Biella, presso l’area monumentale di Nuraghe Chervu. Tappa conclusiva di un percorso di ricordi del primo centenario dell’entrata in guerra dell’Italia, di quella che alcuni definirono “inutile strage”, di cui furono vittima 122 Centallesi.
Dal maggio 2015, “Centallo Viva” e il “Comitato della Memoria” con il patrocinio del Comune e della Cassa di Risparmio di Fossano, hanno proposto diverse iniziative come la proiezione del film Fango e Gloria, in collaborazione con il Cineclub Lumiere; la mostra di oggettistica “Tutti eroi! O il Piave o tutti accoppati!” a cura dei collezionisti del paese Marco Sereno, Gianni Ricca, Valter Martina e Paolo Ferrero, la commemorazione civile e religiosa dei Caduti, seguita dalla serata intitolata “Voci, volti, ricordi della Prima Guerra mondiale”, con l’intervento dello storico cuneese Gerardo Unia sul “contributo della Provincia di Cuneo alla Grande Guerra” e una rassegna di canti dell’epoca del conflitto, proposti dalla corale “Le Tre Valli” di Saluzzo.
Anche per loro, le pietre che a Biella verranno collocate a Nuraghe Chervu segnano una tappa importante di tre anni di celebrazioni in quanto iniziativa accreditata nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, progetto proposto dal Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe, condiviso dalla Prefettura e sostenuto dal Comune di Biella.

Simmaco Cabiddu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.