È morta a Pollone Sebastiana Maria Urru di Belvì

Sebastiana Maria UrruBiella, 13 gennaio 2013 – Ieri pomeriggio, è mancata all’affetto dei suoi cari Sebastiana Maria Urru, di 81 anni, vedova Ramella German.
Ne danno il triste annuncio i figli Franco, Bruno, Michele e Anna Rosa con le rispettive famiglie; la sorella Luisa e il fratello Antonio con le loro famiglie; cugini e parenti tutti.
Il funerale avrà luogo a Pollone, lunedì 14 gennaio, alle ore 15, partendo dalla Chiesa parrocchiale. Dopo la Santa Messa, la Cara Sebastiana Maria proseguirà per il cimitero locale.
Il Santo Rosario sarà recitato nella Chiesa parrocchiale questa sera, alle ore 19,15.
Nata a Belvì (Nuoro), da Michele e Anna Cabras, Sebastiana Maria, quarta di otto figli, è una delle ragazze sarde che, negli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale, lasciano la Sardegna in cerca di riscatto e di lavoro.
Nel 1948, approda prima a Taranto per raggiungere una cugina e una conterranea che là risiedevano e lavoravano, poi, dopo due anni, nel 1951, arriva definitivamente a Pollone, per lavorare in casa Ramella, sindaco del paese. Nel Biellese, conosce e sposa Mario Ramella German e dal matrimonio nascono quattro figli.
Tutti gli anni, si reca nella sua amata Isola per trovare i genitori e l’unica sorella che ancora vi risiede. Un legame forte e profondo, che mai è venuto meno.
Partecipava regolarmente, con i conterranei che risiedono in Valle Elvo, a su Rosariu cantadu, intonato, in alcuni passi, proprio sulle melodie della sua Belvì: pochi giorni fa, sentendosi mancare le forze, ha chiesto alla sorella Luisa, in visita da lei, di recitare con lei Su Babbu nostru “il Padre nostro” in sardo.
Domani, la Comunità sarda, nella Parrocchiale di Sant’Eusebio di Pollone, si unirà ai familiari per accompagnarla nell’ultimo viaggio con le note del Deus ti salvet Maria mentre, a Belvì, nella Parrocchiale di Sant’Agostino in cui è stata battezzata, suoneranno, in contemporanea, le campane ad annunciare anche nell’Isola la sua dipartita.

Battista Saiu

3 commenti

  1. le mie sentite condoglianze alla famiglia,,,
    un’altra figlia della Sardegna che non ha avuto la posssibilità di rivederla,,,

  2. Un ennesimo lutto per la vostra comunità in questo periodo, condoglianze ai famigliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.