Casa Sardegna, incontri virtuali in videopoesia tra Biella e La Plata (Argentina)

laboratorio linguistico

Martedì 26 maggio, alle ore 21:00 verrà riattivato il collegamento transoceanico tra Biella e America Latina, alla riscoperta e valorizzazione della lingua materna. Un progetto di Su Nuraghe e del Circolo sardo “Antonio Segni” di La Plata (Argentina) – sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. L’iniziativa si avvale di opere appositamente composte da poeti sardi contemporanei. Durante l’incontro verranno presentati sonetti, quartine ed ottave in rima, che parlano della contemporaneità e dei valori della vita. Gli Autori sono Tore Spanu, di Pozzomaggiore, Nicola Loi, di Ortueri, e Roberto Canu, di Ozieri.
Accanto all’originale in lingua sarda, la versione italiana, curata da Roberto Perinu e Battista Saiu, su indicazione degli autori, corredata dalla traduzione in Piemontese letterario nella trasposizione dij Brandé, a cura di Sergi Girardin, di Caraglio (Cuneo), e in Castigliano, resa da Matteo Rebuffa, di Candelo (Biella).
Liriche inedite, allocate sul sito istituzionale del Circolo sardo di Biella, su quello della Regione Autonoma della Sardegna Sardinia everywhere, sulla pagina di Facebook @circulosardo.laplata del Circolo sardo di La Plata, riprese e rilanciate da altri siti e testate giornalistiche, onde permettere a tutti i partecipanti di esercitare la lettura in lingua materna.
Ciascuna opera è illustrata da altrettante nuove immagini di endemismi botanici che crescono alle pendici del Gennargentu, nel Mandrolisai, in Gallura e sul litorale di Alghero, realizzate da Davide Marras, Nicola Loi e Ninni Carreras, corredata da nome scientifico, italiano e sardo.

Simmaco Cabiddu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.