Una giovane famiglia sarda a Biella

La famiglia Cannas

La famiglia di Maurizio Cannas e Bruna Dessì con la giovane Valeria.

La tradizionale serata di auguri svoltasi sabato 17 dicembre al Circolo Su Nuraghe di Biella è stata occasione ricca di eventi animati dai soci con il ruolo di protagonisti.
Mentre la comunità sarda si riuniva per lo scambio vicendevole degli auguri di Natale, un altro avvenimento familiare si celebrava al suo interno: l’anniversario di 25 anni di matrimonio di Bruna Dessì e Maurizio Cannas, lei di Assemini, di Isili lui. Si sono conosciuti in discoteca ad Assemini nel 1980 e, dopo sei anni di fidanzamento si sono sposati. Dalla loro unione nascono due figli, Fabrizio e Valeria.
Nel 1998, stanchi della vita precaria e con i bambini – racconta un po’ commossa Bruna – decidemmo di andare via dalla nostra amata isola in cerca di lavoro.
Un mio cognato telefonò al presidente di Su Nuraghe chiedendo di farci venire a Biella perché lì si poteva trovare lavoro, almeno nelle cooperative.
Arrivò prima Maurizio, poi, dopo neanche 2 mesi, arrivammo io e i bambini.
Che tristezza! Ho passato i primi mesi a piangere, sarei voluta scappare dal mio “piccolo inferno personale”! Non conoscevamo nessuno oltre mia cognata!
Era tutto diverso, gli orari dei negozi, per esempio…(per quei pochi che ci sono a Mongrando…), la noia di vivere in un paese così piccolo essendo abituati ad avere tutto a portata di mano in un paese grande come Assemini. Proprio non riuscivamo ad ambientarci!
Dopo che i bambini iniziarono ad andare a scuola riuscimmo lentamente ad abituarci a vivere qui.
Un giorno venimmo a sapere che al circolo si faceva un corso di ballo sardo, e per accontentare Valeria venimmo a vedere, così iniziammo a frequentare il Circolo Su Nuraghe.
Qui abbiamo conosciuto tanti amici e la nostra vita è molto migliorata! Ora non ci sentiamo più così lontani da casa, è come avere un’altra grande famiglia con tante persone meravigliose!
Ormai il Circolo rappresenta un punto di riferimento e siamo felici di farne parte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.