I Sardi di Biella pregano in limba per la morte di Emiliano

Basilica S. Sebastiano – catechesi in lingua sarda di don Ferdinando Gallu

Emiliano PudduAi piedi delle Alpi sono risuonate le antiche melodie di Su Rosariu cantadu, intonato in “Limba” in memoria e suffragio per il giovane socio Emiliano Puddu, scomparso il 26 gennaio u.s., a soli 34 anni di età.
Non se ne era mai parlato, ma, forse, così avrebbe voluto Emiliano, lui che non ha resistito, che non ce l’ha fatta a restare troppo lontano dalla sua amata Isola e che, appunto per questo, è voluto ritornare ad Atzara, al suo paese natale, dopo una permanenza di neanche un lustro a Biella.
Così, venerdì 30 gennaio 2009, l’antica Basilica di San Sebastiano, tempio civico della Città di Biella, ha accolto i tanti Sardi che, privati della loro terra, trovano in questo luogo sacro uno spazio che, in qualche modo, li riconduce in Sardegna.
La chiesa, luogo diverso da quello profano, ben si presta a dare queste emozioni. Per i Sardi, la Basilica biellese si presta ancora di più, perché qui sono custodite le spoglie mortali di Alberto Ferrero Della Marmora, il senatore del Regno di Sardegna, che molto ha amato l’Isola e i Sardi.
Continua a leggere →

Intrattenere più frequenti e proficui rapporti con l’Europa

Da Biella a Bruxelles: 42 partecipanti in rappresentanza di un nucleo significativo di Associazioni biellesi

La delegazione di associazioni biellesi che il dicembre scorso, su invito dell’on. Gianluca Susta, ha visitato il Parlamento europeo a Bruxelles si è ritrovata martedì sera al Circolo “Su Nuraghe” per ripercorrere con l’ausilio di filmati e fotografie i momenti più significativi di quelle giornate.
Particolarmente interessante la visita guidata al grande emiciclo del parlamento dove un giovane funzionario ha illustrato compiti e funzioni istituzionali ed il successivo incontro con il parlamentare biellese che, in un’aula dedicata ha intrattenuto gli ospiti sull’attualità dell’Unione rispondendo ai numerosi quesiti posti dai concittadini biellesi.
Ben 42 i partecipanti in rappresentanza di un nucleo di associazioni biellesi di espressione culturale, sportivo, assistenziale e cooperativo, di protezione civile e d’arma e del mondo cattolico.
Molti, l’altra sera erano presenti alla serata in cui si è valutata anche la possibilità di intrattenere più frequenti e proficui rapporti con l’istituzione europea ed i suoi organi politici ed amministrativi.
Continua a leggere →

Onores a sos Mortos de sa Gherra Manna

Nuraghe Chervu, 28 gennaio – Celebrata a Biella la Festa della Brigata “Sassari”

Festa Brigata SassariStamane, 28 gennaio, anniversario della battaglia di Col del Rosso (28 gennaio 1918) i Sassarini Biellesi del Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe si sono riuniti nell’area monumentale del Nuraghe Chervu per celebrare la festa delle Bandiere dei Reggimenti della Brigata Sassari (151° e 152° Fanteria).
Presenti tutte le Massime Autorità cittadine, guidate dalla delegazione della Prefettura di Biella, Il Questore in persona, il Comandante la Compagnia Provinciale dei Carabinieri, tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma con in capo il Labaro dell’Istituto del Nastro Azzurro.
Il sole splendente e la magnifica corona innevata delle Alpi hanno offerto il magnifico scenario di fondo.
La cerimonia ha avuto carattere militare e si è svolta alla presenza dei Labari e degli Stendardi dell’Istituto del Nastro Azzurro e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.
Continua a leggere →

Scoprire i tesori custoditi nel cuore di Sardegna

Da qualunque parte deciderete di andare troverete sempre il mare

Sabato 31 gennaio, ore 21.00 – “Su Nuraghe Film”, riprendono le lezioni di cinema per “conoscere la Sardegna attraverso il film d’autore“.
Ogni incontro vedrà la partecipazione di giovani soci, sardi di seconda e di terza generazione.
Prossimo appuntamento: “Sardegna: lontano dal mare“, regia di Davide Mocci.
Continua a leggere →

Su Rosariu Cantadu per Emilano Puddu

Venerdì 30 gennaio, ore 21.00, Basilica San Sebastiano di Biella

Emiliano PudduE’ mancato oggi, 26 gennaio, a soli 34 anni.
La notizia arriva come una botta sullo stomaco e lascia senza fiato.
Emiliano Puddu di Atzara è morto d’improvviso, accasciandosi al suolo nel negozio che gestiva ad Atzara, il paese di origine in cui era rientrato da un paio d’anni, dopo una breve permanenza a Biella.
Aveva la Sardegna nel cuore e ha voluto ritornare nella sua Isola, con la giovane moglie Antonella e il figlioletto Lorenzo di appena un anno. Voleva respirare l’aria della sua terra e per questo aveva riaffrontato i sacrifici di una nuova emigrazione, lasciando i nuovi amici che a Biella aveva trovato.
Era arrivato a Biella nel 2001, lavorando prima al lanificio Piacena di Pollone, poi, con la crisi del tessile, come muratore.
Di carattere aperto, sempre disponibile, sorridente e gioviale con tutti, prestava la sua opera disinteressata per la preparazione dei pranzi di beneficenza e per le cene tradizionali di Su Nuraghe.
Da subito, infatti, aveva cercato i conterranei, iscrivendosi e frequentando il Circolo sardo di cui era diventato grande animatore del corso di ballo e di danze sarde.
Una delegazione di amici si imbarca questa sera per essere presente domani ai funerali.
In sua memoria e suffragio, a Biella, venerdì 30 gennaio, alle ore 21.00, nella basilica di San Sebastiano intoneremo Su Rosariu cantadu, ospiti di padre Accursio e guidati con le meditazioni in “Limba” dal nostro cappellano don Ferdinando Gallu.Continua a leggere →