Un fiore al mese da Su Nuraghe, Luglio: ape su fiore di rosmarino

rosmarino

Le immagini di fiori visitati da api, pubblicate in Su Calendariu 2019, edito dal Circolo Culturale Sardo “Su Nu8raghe” di Biella, ci accompagnano con cadenza mensile per conoscere il mondo delle api e i preziosi prodotti da esse ottenuto.

La pappa reale è una secrezione prodotta dalle ghiandole ipofaringee e mascellari delle api operaie: viene utilizzata come nutrimento per le larve (fino a tre giorni di età) e per l’ape regina (per tutta la vita). Il nome pappa reale deriva dal fatto che le larve alimentate in continuazione con essa diventano regine ed è per questo che viene ritenuta un alimento nobile. Costituisce, nell’ambito dell’apicoltura, uno dei prodotti più pregiati per i molteplici benefici che offre all’uomo. Il maggior produttore mondiale di pappa reale è la Cina. Si stima che in Italia si produca solo il 2% del fabbisogno ricorrendo all’importazione per il restante 98%. Continua a leggere →

Modalità produttive del burro, i saperi dell’Uomo selvaggio al museo di Pettinengo

descrizioneMuseo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli, via Fiume, 12, Pettinengo – Aperto tutte le domeniche, dalle ore 15:00 alle ore 19:00 – Info e visite anche su prenotazione: Idillio, 3343452685 – Ingresso libero

Nella sala dedicata alla “migrazione dei simboli”, allestita all’interno del Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli di Pettinengo, si fa riferimento al mito dell’Uomo selvaggio o selvatico, il primo abitatore delle Alpi. Alla sua figura sono attribuite numerose qualità e saper fare: dalla pastorizia all’agricoltura, dalle tecniche casearie a quelle di costruzione di baite e di estrazione di minerali. Sarebbe stato proprio l’Uomo selvatico a introdurre gli alpigiani alla produzione del formaggio e del burro, alimenti che sono poi diventati alla base della cultura alimentare alpina. Continua a leggere →

Sbarca in Frisia il progetto di Su Nuraghe sui beni immateriali presenti nel Biellese

Chiara Meluzzi

La scorsa settimana nel corso di un convegno internazionale sulla variazione linguistica in Europa a Leeuwarden, in Olanda, regione storica sul Mare del Nord, sono stati presentati i primi risultati dell’analisi linguistica nell’ambito del progetto “Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli”, con al centro lo studio dei beni immateriali presenti nel territorio biellese. Piano di lavoro ambizioso sostenuto da Regione Piemonte e da Regione Autonoma della Sardegna, attraverso l’attività culturale dell’associazione “Su Nuraghe” di Biella. Indagine scientifica con al centro genitori e nonni chiamati a raccontare a scuola a scolari e studenti le loro storie di migrazione, affidata a giovani ricercatori, la linguista, dott.ssa Meluzzi e l’antropologo visuale, dott. Luca Ghiardo. Continua a leggere →

Luglio, una parola sarda al mese: N come Narre

Radici e semantica delle parole sarde, rivisitate mediante i dizionari delle lingue mediterranee (lingue semitiche, lingue classiche).
Laboratorio linguistico di storia e di cultura sarda a Biella

incipit N in Giampaolo Mele, Die ac NocteNÁRRE, nárrere log. ‘dire, raccontare, parlare, narrare’. Ha la stessa radice dell’it. narràre < lat. narrāre; quest’ultimo però è un verbo regolare; mentre narre appalesa un uso contorto e variato, tipico di un verbo le cui radici sono mal percepite. Si coniuga come i verbi in –áre ma presenta varie forme differenti: anzitutto l’infinito narre, da cui si estrae la radice na– che esprime all’ind. pres. nas (naras), nages, nana, nanta. Abbiamo poi le forme nanca, naki (composte da na-ki, congiunzione narrativa); l’ind. imperfetto fa navo; piuccheperfetto nesi, (naresi), (narzesi), (nelzei); imperativo na!, naḍi, (naraḍi), nemus, nage, nagemi!; congiuntivo nia, niemus; part. p. (narau), nadu, nau; gerundio nanno, (narenne), nenḍe, (nerzenḍe), nanḍe. Continua a leggere →

Timbri per burro, pane e pasta al museo di Pettinengo

Pettinengo, allestimento museale: timbri per pane e pasta

Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli , via Fiume, 12, Pettinengo – Aperto tutte le domeniche, dalle ore 15:00 alle ore 19:00 – Info e visite anche su prenotazione: Idillio, 3343452685 – Ingresso libero

Al Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli di Pettinengo sono esposti dei manufatti in legno il cui utilizzo originale è molto curioso e intriso di tradizione. Si tratta di piccoli stampi per il pane assai vari tra loro, ma che condividono un’accezione simbolica estremamente rilevante. Continua a leggere →